Antonino Borzý (1852-1921)

Nativo di Castroreale in provincia di Messina. Contro la volontÓ paterna si iscrisse nel 1869 all'istituto forestale di Vallombrosa, dove ebbe come docente Federico Delpino, il quale influenz˛ tutta la sua successiva vita scientifica, orientandone la concezione biologica su posizioni vitalistiche e finalistiche. Nel 1879 vince la cattedra di botanica presso l'UniversitÓ di Messina; si adopera per creare ex novo l'orto, ispirandosi all'illustre precedente di Pietro Castelli. In questo periodo fonda assieme a Otto Penzig, Romualdo Pirotta e Luigi Buscalioni la rivista "Malpighia".  Nel 1892 si trasferisce all'UniversitÓ di Palermo. Qui si adopera per la creazione di un Giardino coloniale da annettersi all'Orto, che viene inaugurato nel 1917. Dell'ampia e diversificata produzione scientifica di Borzý, oltre a scritti di occasione, prolusioni, vanno segnalati i lavori sulle alghe marine,  sui licheni, sulla disseminazione, sugli apparati di senso-motore, sulle funzioni aereofilactiche.